Becheri: «Siamo già al lavoro per la stagione 2016/17. Campanilismo ok, ma...»


Intervista al responsabile del settore giovanile Alessandro Becheri: lo spareggio di Altopascio, i due derby pratesi, il cambio di guida tecnica tra Bartolini e Baragli, la programmazione futura...

BECHERI: «Siamo molto soddisfatti per la vittoria del campionato Giovanissimi Regionali, traguardo solo sfiorato dalle squadre 1998, 1999 e 2000. Nel calcio, soprattutto tra giugno e settembre, si parla tanto, ma poi contano i numeri. E le statistiche dicono che negli ultimi 5 anni siamo la società che ha ottenuto più punti nei campionati Giovanissimi Regionali. Così come negli ultimi tre anni siamo tra le prime cinque società toscane come numero di punti conquistati nel campionato Allievi d'Elite. Significa che tutti gli anni abbiamo allestito squadre importanti, i nostri non sono exploit di una stagione...
Il campionato Giovanissimi è stato estenuante, per vincere non sono bastati 81 punti in 32 partite. Anche lo spareggio è stato sofferto, siamo andati al riposo in svantaggio, ma i ragazzi hanno dimostrato un grande cuore e un orgoglio smisurato. Sono molto contento per questi ragazzi, quando li ho scelti in estate è stato anche per le loro qualità morali, siamo stati ampiamente ripagati. Voglio ringraziare soprattutto i ragazzi che hanno giocato meno perché non hanno mai creato problemi, dando un contributo prezioso quando sono stati chiamati in causa. E ringrazio tutti i genitori, perché sono sempre stati presenti nel modo giusto, senza mai interferire sulle questioni tecniche...
I due derby e il cambio in panchina? Nei due derby pratesi in campo c'è stato un giusto campanilismo. E' fuori dal campo che qualcuno è andato un po' oltre. Il cambio di guida tecnica non è dipeso dai risultati. Ringrazio Marco Bartolini per il lavoro svolto da agosto a aprile, negli ultimi tempi però diciamo che era un po'... distratto. Ringazio Filippo Baragli perché nel momento di difficoltà non si è tirato indietro. A lui comunque scherzando ma non troppo ho detto che sarei stato il suo parafulmine, se le cose fossero andate male se la sarebbero presa tutti con me, non certo con lui. Ma bisogna avere il coraggio di prendere certe decisioni...
La programmazione futura? Avremo tutte le categorie d'Elite a livello giovanile, come poche altre società in Toscana. A Prato siamo il top, per trovare le stesse categorie bisogna nadare a Margine o a Sesto. Stiamo già lavorando per allestire le nuove squadre, con l'obiettivo prima di tutto di conservare le categorie faticosamente raggiunte. Ripartiremo dalle rose attuali, inserendo i giocatori giusti. In alcune categorie, come il 2002, ci sarà un doppio salto da provinciale a élite. Gli allenatori? Ci saranno conferme e novità, tra pochi giorni saprete tutto.
Infine la scuola calcio, tornata ad essere il nostro fiore all'occhiello. Il prossimo anno sono certo che raccoglieremo tutti i frutti del lavoro portato avanti da Baragli e Benesperi in questo biennio. Invito tutti i nostri addetti ai lavori a vedere come giocano le nostre squadre, dal 2004 al 2010. E il prossimo anno lavoreremo per ottenere il riconoscimento di scuola calcio d'élite...»


Articolo tratto da: Maliseti Seano A.S.D. - Media Ufficiale - http://www.maliseticalcio.it/
URL di riferimento: http://www.maliseticalcio.it/index.php?mod=read&id=1464190600