Cavaliere: «Dispiace uscire così, il rammarico è soprattutto per la gara di andata»


Intervista a mister Roberto Cavaliere...

CAVALIERE: «Chi vince ha sempre ragione, però a me e credo alla mia società non sarebbe piaciuto andare avanti così. Dal 1' fino al 3-0 ci sono state intimidazioni di ogni tipo, in campo e dalla panchina. Lorenzi aveva sempre tre giocatori addosso, hanno cercato in tutti i modi di provocarlo. Questo non è calcio. Anche come gioco se nelle due partite c'è stata una squadra che ha provato a proporre qualcosa siamo stati noi. L'Urbino Taccola ha giocato solo sulle seconde palle, con lanci lunghi su Magagnini.

Dispiace uscire così, il rammarico è soprattutto per la gara di andata che poteva concludersi con un risultato molto più ampio del 4-2. Peccato, ci tenevamo ad andare avanti in coppa, per provare a tornare a giocarci una finale alle Due Strade.

Forse dopo la gara di andata siamo stati tutti un po' troppo sicuri di passare il turno. L'epilogo è stato un po' lo specchio della nostra stagione, siamo andati a giocare senza Giandonati, con la febbre per tutta la settimana, e con Caggianese a mezzo servizio. E abbiamo commesso degli errori in occasione dei tre gol, soprattutto sul secondo dove c'è stata un'incomprensione tra Battagliero e Cerbino e sul terzo, dove siamo andati tutti in bambola, mi ci metto io per primo visto che non mi sono fatto capire da Calamai che doveva entrare al posto di Manetti infortunato. Abbiamo battuta la rimessa senza aver operato il cambio, restituendo palla direttamente al portiere, lancio lungo e gol, da non credere...

Di positivo c'è solo che adesso Fabrizio avrà tutti i giocatori a disposizione in queste due settimane, per provare ad entrare in Eccellenza dalla porta principale...»


Articolo tratto da: Maliseti Seano A.S.D. - Media Ufficiale - http://www.maliseticalcio.it/
URL di riferimento: http://www.maliseticalcio.it/index.php?mod=read&id=1430696416