Rossi: «Difficile raccontare certe situazioni, vanno vissute. Ma questo non è calcio»


Il commento di mister Fabrizio Rossi dopo la partita contro le Piagge...

ROSSI: «Un punto è meglio di niente, per come si era messa la partita è stato importante non perdere. Nel primo tempo purtroppo abbiamo regalato il vantaggio alle Piagge, su un passaggio all'indietro di Bertini, Battagliero è stato preso in controtempo da un rimbalzo fasullo. Però è stata una domenica sui generis, questo è un calcio diciamo molto particolare, non penso che da altre parte si permettano certe situazioni. E' difficile anche raccontare certe situazioni, vanno vissute. Già al nostro arrivo al campo sportivo abbiamo percepito il clima molto caldo, c'è stata anche qualche intimidazione. Le strutture stesse non sono all'altezza della categoria, non è facile per i giocatori avversari e per la terna arbitrale non farsi condizionare. A livello di singoli episodi l'arbitro non ha commesso errori particolari, in occasione del rigore su Molinara ha avuto anche coraggio, però a 3-4 personaggi in campo è stato permesso un po' di tutto. Il loro centravanti ha sferrato un cazzotto a Bertini, che ha finito la partita con la testa fasciata e poi è finito all'ospedale. Era stato minacciato, gli hanno rotto il naso. Mancava ancora un quarto d'ora, nel secondo tempo dopo il pareggio di Landolina eravamo stati propositivi con Rosi e Caggianese, ma a quel punto la partita si è spenta.
La coppa? Siamo ai quarti, è un obiettivo perché con due partite ci sarebbe la possibilità di giocarci gli spareggi, e poi è sempre bello pensare di poter magari giocare per vincere qualcosa. Ma mancano ancora alcune settimane alla partita con il Chiusi, adesso dobbiamo pensare a recuperare più giocatori possibile ed a risalire in classifica. Arrivi? Per adesso niente.»


Articolo tratto da: Maliseti Seano A.S.D. - Media Ufficiale - http://www.maliseticalcio.it/
URL di riferimento: http://www.maliseticalcio.it/index.php?mod=read&id=1414430014