Mixed Zone. Tutti i commenti dei mister


ImageInterviste a Roberto Cavaliere, Simone Cavalieri, Alessandro Di Vivona, Alessandro Becheri e Leonardo Bruscoli...

BRUSCOLI: «Per prima cosa voglio ringrazio Enrico Romei che domenica e anche la prossima settimana mi sostituisce in panchina per problemi di lavoro. Siamo tutti molto dispiaciuti per la sconfitta sul campo della Pietà, purtroppo la squadra non è riuscita a reagire dopo aver concluso il primo tempo sul doppio svantaggio. Ci manca ancora qualcosa a livello di personalità, soprattutto in mezzo al campo. Nelle prossime partite proveremo alcune soluzioni diverse, attuando anche qualche spostamento di ruolo. In ogni caso ho piena fiducia in questo gruppo, i risultati si vedranno con il tempo, il nostro è un lavoro in prospettiva in vista soprattutto della prossima stagione. Con l’occasione desidero ringraziare tutte le persone che hanno collaborato per l’organizzazione del concentramento del Sei bravo a…, tutta la mattinata si è svolta nel migliore dei modi…»

BECHERI: «Abbiamo affrontato una squadra molto ben disposta in campo, attenta a non concedere spazi. Non a caso dall’inizio del campionato la Poliziana aveva subito un solo gol, prima di incontrare il Maliseti Tobbianese. Dopo un primo tempo equilibrato, concluso sul risultato di 0-0, nella ripresa siamo riusciti a portarci in vantaggio con una bella azione di Cavalieri, conclusa da Caponetto con un bel colpo di testa. Sapete che non parlo mai degli arbitri, ma domenica ad un certo punto il direttore di gara è stato come se avesse deciso di indirizzare la partita verso il risultato di parità. Il gol dell’1-1 era clamorosamente irregolare, ma al di là di questo mi ha colpito come l’arbitro non abbia più fischiato una punizione in nostro favore. La partita si è inasprita, al triplice fischio finale siamo stati quasi contenti di aver evitato danni peggiori. Per questo faccio i complimenti ai ragazzi, sono stati bravi a non perdere la calma, a non protestare oltre misura…»

DI VIVONA: «Prova pessima, abbiamo fatto se possibile dieci passi indietro rispetto alle partite precedenti. Sono deluso perché la squadra ha snobbato completamente l’impegno. Contro un avversario non irresistibile, siamo riusciti a fare gol solo alla fine del primo tempo. E’ vero che il campo piccolo dopo una stagione nei regionali non aiuta, però siamo di fronte soprattutto ad un problema di mentalità. Bisogna crescere. Mi aspetto una reazione, adesso ci misuriamo la febbre negli scontri diretti contro Zenith Audax e Coiano Santa Lucia…»

CAVALIERI: «Sono molto contento, primi 30’ bellissimi, nei quali abbiamo segnato due volte, con Aprea e poi con Berti, e siamo andati vicinissimi al gol in altrettante occasioni. L’Olimpia ha dovuto cambiare, hanno fatto due cambi per scelta tecnica nel primo tempo. Nei primi 10’ del secondo tempo abbiamo un po’ sofferto il ritorno degli ospiti, sul 2-1 è subentrata anche un po’ di paura. Poi però è stato bravissimo Berti a sfruttare un errore della difesa avversaria per segnare il 3-1 e mettere al sicuro la vittoria. Poi Ceccarini ha suggellato il successo amaranto. La classifica è bellissima, con 9 punti siamo nei quartieri alti, siamo orgogliosi di questi primi due mesi nell’Elite. Adesso però non molliamo di un centimetro, domenica affronteremo lo Sporting Arno in trasferta, voglio rivedere questo spirito combattivo. Bravi tutti, anche e soprattutto a chi è entrato ed ha portato il suo contributo. Nel corso dell’anno per raggiungere il nostro obiettivo ci sarà bisogno di tutti. Avanti così!»

CAVALIERE: «Sono soddisfatto per la vittoria, su un campo peraltro tradizionalmente ostico per il Maliseti. Però in due partite abbiamo subito 7 gol e questo non mi piace. In fase difensiva continuiamo a commettere errori individuali e di reparto, dall’inizio del campionato abbiamo subito almeno un gol in tutte le partite, ad eccezione della gara contro il Doccia. Questo è un campanello d’allarme, per poter ambire a qualcosa di importante bisogna migliorare, non sempre riesci a segnare 4 gol… Sabato la partita si è incanalata subito sui binari giusti, avanti di due gol dopo 20’. Abbiamo commesso degli errori permettendo al Calenzano di riportarsi sul 2-2. Quando poi finalmente nel secondo tempo siamo riusciti a tornare sul doppio vantaggio, abbiamo regalato un calcio di rigore rimettendo di nuovo tutto in discussione. Una partita in discesa che invece è rimasta aperta fino al 90’, non va bene. Purtroppo in questo momento non credo che la squadra possa reggere le 4 punte, parlerò con i ragazzi ma sto valutando di cambiare qualcosa a livello tattico. L’Olimpia ha vinto 5-4 contro il Lanciotto, anche questa è stata una partita fuori da ogni schema, da 4-0 a 4-4, poi il 5-4 per i giallo neri al 90’. E’ la riprova che il campionato deve ancora trovare un vero padrone, ma del resto siamo solo a ottobre. Noi intanto pensiamo a migliorare, ho a disposizione un gruppo di giocatori disponibili, con qualità, ma chiedo più attenzione. La concentrazione in una categoria come questa è tutto. Sabato troveremo il Poggio, che ha travolto la Sales. Vorrei fare un elogio a Cibella, che sabato è rientrato ed ha trascinato la squadra da verso capitano, ed al portiere del ’97 Cuorvo, entrato sul 4-3, che ha dimostrato grande sicurezza…»



Articolo tratto da: Maliseti Seano A.S.D. - Media Ufficiale - http://www.maliseticalcio.it/
URL di riferimento: http://www.maliseticalcio.it/index.php?mod=read&id=1383066100