Salvadori: «Bravi a colpire quando il Jolly ha cominciato ad abbassare la guardia»


ImageIntervista a mister Carlo Salvadori dopo il successo per 2-0 nel derby contro il Jolly e Montemurlo...

SALVADORI: «Per prima cosa vorrei fare i complimenti a mister Francesco Petrucci, ringraziandolo anche per le belle parole spese in settimana. Direi che nell'arco dei 90' il Maliseti ha meritato la vittoria, nel primo tempo abbiamo sofferto un po' il possesso di palla del Jolly, ma sul piano delle occasioni possiamo dire che entrambi i portieri sono stati impegnati. Nel secondo tempo ho ridisegnato la squadra due volte, prima passando ad un 4-3-2-1, inserendo Di Noto sulla linea difensiva, alzando Di Giorgio sulla linea mediana con Bresci e Battistini interni e Rosano e Cibella dietro Lorenzi. Poi siamo passati ad un 4-2-3-1, togliendo Lorenzi e spostando Cibella in attacco con Manganello, Rosano e Locorotondo dietro. E' andata bene, siamo stati bravi a colpire appena i nostri avversari hanno cominciato ad abbassare un po' la guardia. I ragazzi che sono entrati a partita in corso hanno dato un'impronta decisiva alla gara, sono soddisfatto di questo. Mi fa piacere che si cominci a capire che nella categoria Juniores possono essere decisivi anche i 5' o i 10', che si può risolvere una partita anche non cominciando da titolari con il numero 10 sulle spalle. Partita speciale per me contro il Jolly? E' un derby sicuramente sentito, tra due realtà confinanti. Sono stato sette anni a Montemurlo, ma del mio Jolly pane e salame non è rimasto niente, oggi semmai è un Jolly caviale e salmone. Durante la settimana ero molto tranquillo, ero sicuro che i ragazzi avrebbero fatto di tutto per riscattare la sconfitta di Mezzana, e così è stato. Di nuovo in testa alla classifica? Il pareggio del Firenze Ovest di Carovani è arrivato un po' inatteso. Fino ad oggi abbiamo conquistato 25 punti sui 30 a disposizione, non siamo partiti per vincere il campionato ma a questo punto vogliamo provare a stare in alto più a lungo possibile. A proposito di altri risultati, sabato a Mezzana si è festeggiato come dopo una finale di Champions, ecco le energie mentali andrebbero poi distribuite per 30 partite e non concentrate in una sola gara...»


Articolo tratto da: Maliseti Seano A.S.D. - Media Ufficiale - http://www.maliseticalcio.it/
URL di riferimento: http://www.maliseticalcio.it/index.php?mod=read&id=1352670994