Menu  Menu
» Home
» Archivio News
» Segnala News

Classifiche  Classifiche
» Promozione
» Juniores Reg.
» Allievi Reg. Elite
» Allievi B Reg.
» Giovanissimi Reg. Elite
» Giovanissimi A prov.
» Giovanissimi B girone A
» Giovanissimi B girone B

Main partner  Main partner

NERINI S.p.A. - Articoli per tappezzieri - Via Vecchia Fiorentina 1° Tronco, 100/ b - Località Valenzatico - 50139 Quarrata (PT) - Italy - Tel.+39.0573.775371-2-3-4 - Fax +39.0573.775308

Nerini 1964-2014 guarda il video

Squadre  Squadre
» Promozione
» Juniores Reg.
» Allievi Reg. Elite '03
» Allievi B Reg. '04
» Giovanissimi Reg. Elite e Giovanissimi A Prov. '05
» Giovanissimi B '06
» Esordienti 2° anno '07
» Esordienti 1° anno '08
» Pulcini 2° anno '09
» Pulcini 1° anno '10
» Primi Calci 2° anno '11
» Primi Calci 1° anno '12
» Piccoli Amici '13/'14

Società  Società
» Consiglio direttivo
» Staff tecnico

Contatti  Contatti

Maliseti Seano ASD

Segreteria Maliseti:

Via Caduti Senza Croce 41, Maliseti - Prato (PO)
Tel. 0574.743088
Fax 0574.743089
segreteria@ maliseticalcio.it
segreteria@ pec.maliseticalcio.it

Segreteria Seano:
Via Bocca di Stella 3, Seano - Carmignano (PO)
Cell. 338.7276477

Ufficio stampa:
E-mail

Strutture  Strutture
MALISETI:

Image


» Campo centrale
» Campo sussidiario "Giovanni Napolitano", calcio a 7, calcio a 5

SEANO:

Image


» Impianti Seano - via Bocca di Stella 3

Storia  Storia
Image

» La nostra storia: dall'A.C. Maliseti al Maliseti Seano

» Palmares settore dilettanti

» Ighli Vannucchi dal Maliseti alla Serie A e ai Giochi Olimpici

Prenotazione campi  Prenotazione campi
Image

Da oggi è possibile prenotare on-line i nostri campi da calcio: più veloce che con una telefonata!
Clicca qua

Read Daniele Rossi: «Maliseti per me è una seconda famiglia»
notes.pngImageDaniele Rossi si racconta: la difficile decisione di smettere di giocare («Volevo chiudere in bellezza, con una vittoria»), il suo rapporto con Maliseti («E' cominciato tutto per gioco, oggi per me Maliseti è una seconda famiglia»), i momenti più belli, il ritorno dopo il grave infortunio al ginocchio, l'amicizia con Simone, i suoi mister, il gruppo, un futuro nel calcio tutto da disegnare («Mi voglio tenere tutte le porte aperte, adesso davvero non so»)...

«La decisione di smettere di giocare l'ho maturata progressivamente - spiega Daniele Rossi - nel corso di questa stagione. Gioco a calcio da quando ero bambino, a 7 anni ho cominciato nei Pulcini del Jolly Montemurlo, non è stata una decisione facile dopo 28 anni. Non c'è un unico motivo, sicuramente con il passare degli anni l'attività agonistica incide sempre di più sul tempo libero e sulla vita privata, diciamo che mi sentivo di chiudere in bellezza, con una vittoria. Chiudere nel momento più bello è una cosa che a molti sportivi non riesce, credo invece che non ci sia finale migliore della partita contro il Vernio. A ripensare a quella domenica ho ancora i brividi. La mattina ho deciso di preparare la maglietta, un gesto semplice per ringraziare tutti, non avrei mai pensato di mostrarla dopo un gol, poi la dedica con il cuore, sembra che il destino abbia predisposto tutto. E poi mi sento fortunato a chiudere fisicamente integro, non avrei mai voluto smettere per un grave infortunio. Nella mia testa avevo già maturato la decisione di smettere, non nego quindi che l'incidente di gioco contro le Piagge mi abbia un po' destabilizzato...

Ho deciso di comunicare la mia decisione prima a Simone, ho dovuto scrivere, a parole non ce l'avrei fatta. Con i compagni preferisco parlarci adesso, dopo che la decisione è definitiva, mi viene più facile, anche se nelle ultime settimane avevo cominciato a fare qualche battuta e forse qualcosa hanno intuito...

Maliseti per me? E' una seconda famiglia, la mia seconda casa. Non l'avrei mai detto, 15 anni fa, da montemurlese per me Maliseti era sempre stata la squadra 'nemica', con la maglia del Jolly ricordo di aver perso un campionato a vantaggio del Maliseti. Dal Jolly poi sono passato al Montemurlo, prima Juniores e poi Promozione, insomma ero sempre rimasto legato alla realtà del paese dove ero cresciuto. Poi nel '97 ricordo di aver avuto una delusione dal Montemurlo, l'allenatore aveva deciso di non confermarmi, durante l'estate avevo avuto diverse richieste di società anche importanti, ma ero vincolato al Montemurlo e la società mi negò la possibilità di andare. Sono rimasto scottato, a 21 anni il calcio mi aveva un po' stufato.

Sono rimasto fermo fino a febbraio '98, quando tramite 'Banana' (Maurizio Luconi ndr) sono stato contattato dal Quinto Martini. Simone aveva chiamato a casa, riuscendo a farsi dare il mio numero di cellulare da mia sorella. Rispondendo al telefono, inizialmente non detti molto peso alla cosa, in fondo si parlava di un campionato Uisp. Per amicizia con 'Banana' decisi comunque di andare a fare una chiacchierata al Circolo. Rimasi sorpreso, perché mi trovai davanti un gruppo di persone, tra cui anche Mario Ponzecchi, che mi conosceva perché a Montermurlo avevo giocato con suo figlio Alessio. Dopo qualche giorno, un po' per gioco, decisi di prendermi l'impegno per qualche mese. Ed immediatamente ho ritrovato l'entusiasmo che avevo perso. Legai subito con tutti, era un gruppo molto unito. Con Simone è nata subito una bellissima amicizia. Il resto è storia nota, la Terza Categoria, poi l'accordo con l'A.C. Maliseti, i campionati vinti, la Coppa Toscana, e ora la Promozione...

Tre istantanee di questi 13 anni a Maliseti? Il gol contro la Terranuovese, in Coppa Toscana di Seconda Categoria. Era la semifinale di ritorno, all'andata avevamo pareggiato 0-0 fuori casa, al ritorno stavamo 1-1, a 5' dalla fine ho segnato il 2-1 con un gran tiro dal limite dall'area. Un gol che è valso la finale contro la Campese, poi vinta. Poi il ritorno in campo dopo l'infortunio al ginocchio, all'inizio del 2008 in amichevole contro la Fiorentina. Venivo da 10 mesi di calvario, rientrare proprio con la mia squadra del cuore è stato speciale. Infine la settimana dalla vittoria contro il Mezzana che ci ha dato la matematica certezza della Promozione alla festa in casa contro il Vernio, con il mio gol.

Il momento più brutto? Certamente l'infortunio al ginocchio nel marzo 2007, giocavamo a Comeana, dopo pochi minuti ho fatto tutto da me, una torsione, il ginocchio che fa crack. Ho capito subito che si trattava di un infortunio grave. Sono stati 10 mesi molto difficili, non ero più un ragazzino, qualcuno poteva anche mollare, si poteva operare ma non tornare all'attività agonistica. Invece volevo fortemente tornare in campo, e ci sono riuscito.

Il rapporto con i miei allenatori? Sono molto legato a Fabio e Fabrizio, due persone molto diverse tra loro, ma ugualmente uniche. Con Fabio ho anche giocato, quando ha smesso mi ha passato la fascia da capitano, abbiamo condiviso risultati positivi, vittoria, anche una retrocessione, al termine di una stagione molto particolare. C'è stato sempre un legame particolare, difficile da spiegare, da vecchia guarda del Circolo. So che mi avrebbe fatto giocare anche con un gamba sola. Con Fabrizio il rapporto invece è cresciuto nel tempo, prima c'è stato il rispetto e la stima, poi è arrivata l'amicizia. Ci siamo anche confrontati in alcuni momenti particolari, penso dopo l'addio di Stefano Viti a metà stagione. Due persone diverse che mi hanno dato davvero tanto.

Il gruppo? In questi anni ho incontrato tanti amici veri, che porterò sempre con me. Ogni tanto verrò a fare qualche sgambata in allenamento...

Un futuro nel calcio? E' difficile per me ora rispondere, non ci ho mai pensato seriamente. Mi voglio tenere aperte tutte le strade, sinceramente non so se esiste un ruolo che potrei ricoprire e nel caso quale. Ci penserò, intanto mi fa piacere quello che mi ha detto Simone, ovvero che a Maliseti le porte per me saranno sempre aperte. Allenatore o istruttore della scuola calcio? I bambini mi piacciono molto, ma forse mi vedrei di più a guidare ragazzi più grandi. Non so, davvero...

Il n. 8? A Maliseti ho sempre avuto questo numero di maglia. L'ho scelto perché da ragazzo giocavo come centrocampista, e il mio primo numero di maglia era stato proprio l'8...»

[p.sambo]




Postato Sabato 07 Maggio 2011 - 21:11 (letto 822 volte)

Commenti | Aggiungi commento | Stampa



Le ultime notizie relative a questo argomento

Read Fabbri: «Partita di sofferenza, i ragazzi sono stati concentrati per tutti i 90'» (19/11/2019 - 18:00) letto 36 volte
Read Guidotti: «Juniores ok in formazione rimaneggiata. Allievi, peccato!» (19/11/2019 - 18:00) letto 45 volte
Read Daidone: «Reazione importante dopo lo svantaggio, lo 0-2 ci ha tagliato le gambe (19/11/2019 - 17:59) letto 92 volte
Read Caramelli: «Fiducia e consapevolezza, adesso comincia il nostro campionato» (19/11/2019 - 17:59) letto 47 volte
Read Fabbri: «Ingenuità sui loro gol e sull'espulsione. Peccato, avremmo potuto vincere» (12/11/2019 - 21:11) letto 135 volte
Read Guidotti: «Juniores, ora viene il difficile. Allievi, il potenziale c'è...» (12/11/2019 - 21:09) letto 183 volte
Read Daidone: «Siamo tutti arrabbiati e dispiaciuti, ma ne usciremo fuori» (12/11/2019 - 21:09) letto 264 volte
Read Caramelli: «Tre ottime prestazioni, ma adesso servono i punti» (12/11/2019 - 21:07) letto 99 volte
Read Giovanissimi B 2006, De Marco e Aiello: «Un bellissimo gruppo» (12/11/2019 - 21:07) letto 150 volte
Read Fabbri: «Prestazione confortante. Ma abbiamo bisogno di un risultato positivo» (06/11/2019 - 19:10) letto 154 volte
Read Guidotti: «Allievi? Sconfitta immeritata, ma bisogna crescere anche nei dettagli» (06/11/2019 - 19:09) letto 172 volte
Read Daidone: «Grande partita contro la Cattolica, non siamo fortunati» (06/11/2019 - 19:08) letto 242 volte
Read Caramelli: «Prestazione immensa, puniti da un rigore inesistente» (06/11/2019 - 19:08) letto 129 volte
Read Fabbri: «E' il momento di fare quadrato, dobbiamo fare tutti di più» (29/10/2019 - 22:14) letto 200 volte
Read Guidotti: «Continuiamo così e... potremo divertirci!» (29/10/2019 - 22:13) letto 214 volte
Read Daidone: «Sconfitta immeritata. Avanti a testa alta, credo nel valore di questo gruppo» (29/10/2019 - 22:12) letto 255 volte
Read Guidotti: «Juniores, approccio sbagliato. Allievi in crescita» (21/10/2019 - 19:18) letto 196 volte
Read Daidone: «Tre punti meritati, gara ben interpretata dai ragazzi» (21/10/2019 - 19:17) letto 338 volte
Read Bruscoli: «Un incidente di percorso può capitare, ripartiamo» (07/10/2019 - 20:03) letto 188 volte
Read Guidotti: «Allievi, finalmente la prima vittoria. Bene la Juniores» (30/09/2019 - 19:11) letto 167 volte

Tutte le notizie relative a questo argomento

notes.png

Multimedia  Multimedia

Partners  Partners

Convenzione  Convenzione

Login  Login

:


Non sei ancora registrato?
Registrati ora!

Utenti  Utenti
Persone on-line:
admins 0 amministratori
users 0 utenti
guests 3 ospiti

Meta  Meta
» Webmail
» Comunicati Ufficiali C.R.T.
» Designazioni Arbitri
» Area Riservata L.N.D.

Supporters  Supporters

Sondaggio  Sondaggio
Nessun sondaggio attivo in questo momento:
vecchi sondaggi

Cerca  Cerca