Menu  Menu
» Home
» Archivio News
» Segnala News

Classifiche  Classifiche
» Promozione
» Juniores Reg.Elite
» Allievi Reg. Elite
» Allievi B Reg.
» Giovanissimi Reg. Elite
» Giovanissimi B

Main partner  Main partner

NERINI S.p.A. - Articoli per tappezzieri - Via Vecchia Fiorentina 1° Tronco, 100/ b - Località Valenzatico - 50139 Quarrata (PT) - Italy - Tel.+39.0573.775371-2-3-4 - Fax +39.0573.775308

Nerini 1964-2014 guarda il video

Squadre  Squadre
» Promozione
» Juniores Reg. Elite
» Allievi Reg. Elite '01
» Allievi B Reg. '02
» Giovanissimi Reg. Elite '03
» Giovanissimi B '04
» Esordienti A '05
» Esordienti B '06
» Pulcini 2° anno '07
» Pulcini 1° anno '08
» Primi Calci 2° anno '09
» Primi Calci 1° anno '10
» Piccoli Amici '11/'12

Società  Società
» Consiglio direttivo
» Staff tecnico
» Staff sanitario

Contatti  Contatti

Maliseti Tobbianese A.S.D.

Segreteria:

Via Caduti Senza Croce 41, Maliseti - Prato (PO)
Tel. 0574.743088
Fax 0574.743089
segreteria@ maliseticalcio.it
segreteria@ pec.maliseticalcio.it

Ufficio stampa:
E-mail

Strutture  Strutture
Image

» Campo centrale
» Campo sussidiario "Giovanni Napolitano", calcio a 7, calcio a 5

Storia  Storia
Image

» La nostra storia: dalla fusione tra A.C. Maliseti e Feeling Tobbianese nasce il Maliseti Tobbianese A.S.D.

» Palmares settore dilettanti

» Ighli Vannucchi dal Maliseti alla Serie A e ai Giochi Olimpici

Prenotazione campi  Prenotazione campi
Image

Da oggi è possibile prenotare on-line i nostri campi da calcio: più veloce che con una telefonata!
Clicca qua

Section storia
LA NOSTRA STORIA: DALLA FUSIONE TRA A.C. MALISETI E FEELING TOBBIANESE NASCE IL MALISETI TOBBIANESE A.S.D.

ImageNel giugno 2013 A.C. Maliseti e Feeling Calcio Tobbianese uniscono le loro forze e danno vita ad una nuova società che assume la denominazione di Maliseti Tobbianese A.S.D..

«Si incontrano le storie di due importanti società del comprensorio pratese – sottolinea Gianni Luca Pacini, presidente del Maliseti – insieme, con l’esperienza e la passione di tanti dirigenti e sostenitori, avremo la possibilità di raggiungeremo nuovi importanti traguardi a livello sia dilettantistico che di settore giovanile».
«Sono stato subito favorevole a questo progetto – spiega Rossano Capecchi, presidente della Tobbianese – per noi è una situazione nuova far parte di una società con tanti tesserati, inizialmente quindi seguiremo soprattutto il settore dilettanti. Porteremo tutto il nostro entusiasmo, sono certo che insieme faremo grandi cose».
Il direttore generale amaranto Simone Bardazzi racconta: «La fusione nasce da una mia idea, subito raccolta dagli amici di Tobbiana. L’entusiasmo con cui tante persone si sono adoperate per dare forma a questo progetto mi fa ben sperare per il futuro. Il primo obiettivo è costituire un gruppo dirigente ben amalgamato, a livello sportivo l’ambizione è creare nel tempo un importante polo calcistico nell’ovest della città».

ImageI colori sociali, nati dalla perfetta unione delle due maglie delle rispettive società, saranno l’amaranto, il giallo e il blu.
Nella stagione 2013/14 il Maliseti Tobbianese si classifica all'ottavo posto nel campionato di Promozione, vince il campionato Juniores Regionali (allenatore Roberto Cavaliere), perdendo poi la finale per il titolo regionale contro il Real Forte Querceta alle Due Strade, e si classifica al secondo posto nel campionato Allievi Regionali d'Elite (allenatore Simone Cavalieri). La formazione Allievi perde la finale di Coppa Regionale contro il Tau Calcio, la formazione Giovanissimi (allenatore Alessandro Becheri) perde la finale di Coppa Regionale dallo Scandicci. Entrambe le finali disputate lo stesso giorno alle Due Strade.

Il 2 ottobre 2014 l'assemblea dei soci elegge Tommaso Guasti ('78), ex calciatore del Maliseti (uno dei protagonisti della vittoria del campionato di Prima Categoria nella stagione 2010/11), alla carica di presidente del Maliseti Tobbianese.
Nella stagione 2014/15 il Maliseti Tobbianese vince la Coppa Italia di Promozione (battendo il Signa per 1-0 d.t.s. nella finale in gara unica disputata a Sesto Fiorentino, gol di Cardillo al 120'). Questa la formazione del Maliseti Tobbianese nella finale: Battagliero, Manetti (116' Giandonati), Casarin, Marchiseppe, Bertini, Tarli, Cardillo, Rosi (115' Casini), Fabbri, Landolina, Caggianese (61' Lorenzi). A disp.: Brunelli, Melani, Molinara, Niccolai. All.: Fabrizio Rossi.
Superando 4-0 l'Albinia nello spareggio disputato a Staggia Senese (tripletta del bomber "condor" Fabbri), il Maliseti Tobbianese conquista la storica promozione in Eccellenza, la quinta serie italiana. Dal 1° luglio 2015 il Maliseti Tobbianese è società affiliata Empoli F.C.
La stagione 2015/16 si conclude purtroppo con la retrocessione in Promozione. Il Maliseti Tobbianese, dopo aver concluso la stagione regolare al 14° posto, con 30 punti, disputa il play-out per la permanenza in Eccellenza in gara unica in casa della Baldaccio Bruni, 13ª classificata. Contro la formazione di Anghiari i ragazzi di Rossi hanno un solo risultato a disposizione, la vittoria entro il 120', ma non vanno oltre l'1-1 (rete di Nardoni su rigore). Un epilogo amaro per una stagione caratterizzata da errori e occasioni mancate, ma anche da vittorie prestigiose come quella contro la blasonata Aquila Montevarchi (1-0, rete di Giandonati) nel girone di andata. E al ritorno il Maliseti Tobbianese è uscito imbattuto dal "Brilli Peri" pareggiando 2-2 con due rigori di Nardoni. La formazione Giovanissimi (allenatore: Filippo Baragli, subentrato a due giornate dalla fine a Marco Bartolini) vince il campionato regionale (girone D), superando 2-1 la Massese nello spareggio disputato a Altopascio; risultato che permette al Maliseti Tobbianese di accedere al girone Giovanissimi regionali di élite e al campionato Allievi B Regionali.
Nella stagione 2016/17 il Maliseti Tobbianese (allenatore Riccardo Agostiniani) si classifica al quarto posto nel campionato di Promozione e perde la finale di Coppa Italia contro le Badesse (subendo un'incredibile rimonta da 2-0 a 2-4 al C.F.F. Bozzi alle Due Strade). La formazione Juniores (allenatore: Piero Carovani) vince il campionato regionale: il Maliseti Tobbianese accede al girone Juniores regionali di élite, diventando l'unica squadra toscana (insieme a Sestese e Bibbiena) presente in tutti e quattro i gironi regionali di merito. Anche la scuola calcio (responsabile Filippo Baragli) ottiene il riconoscimento di "scuola calcio d'élite". I Pulcini II anno 2006 (istruttori Matteo Innocenti e Andrea Occhini) vincono la festa regionale del "Sei bravo a..." conquistando il diritto a partecipare alla festa nazionale a Coverciano. Gli Esordienti B 2005 si classificano al terzo posto assoluto nella prestigiosa manifestazione "Europe Cup Under 12", superando nella fasi eliminatorie anche gli inglesi del Chelsea (1-0).

ImageL’A.C. Maliseti nasce nel 1975 dalla fusione tra la Polisportiva Maliseti con sede al Circolo Arci Quinto Martini ed il G.S. Aurora della Parrocchia. Il primo presidente è Mariano Balestri.

Tra i fondatori si ricordano anche Cangioli, Donati detto "Chiarugi", Forasassi, Fusi e Pierattini. La prima maglia del Maliseti ha i colori granata con risvolti arancioni. Granata in onore del Torino, la squadra per cui faceva il tifo Silvano Pierattini, il primo "magazziniere" della società: le maglie erano infatti custodite presso la casa della mamma di Silvano, Sara Colzi, che aveva il compito di lavarle e di preparare il thé caldo da bere nell'intervallo delle partite.
«L'esordio ufficiale dell'A.C. Maliseti - racconta Simone Bardazzi, in campo quel giorno - avvenne a Narnali, nel campo dietro la vecchia chiesa della frazione, in occasione del torneo "Learco Guerra". Si giocava 7 contro 7, in campo c'erano nati nel '64 e '65...»

ImageIl campo sportivo di Maliseti è precedente alla chiesa della frazione, costruita nella prima metà degli anni '70 (la posa della prima pietra risale al 1° marzo 1973). «Ma inizialmente - ricorda Silvano Pierattini - era solo un terreno recintato, non c'erano nemmeno le porte. Poi con la nascita dell'A.C. Maliseti sono arrivate le porte, dopo qualche tempo anche gli spogliatoi in lamiera, portati dall'Uisp, furono spostati da Paperino. Per qualche tempo prendevamo la corrente dalla chiesa. La tribuna è arrivata anni dopo, fu smontata dal Lungobisenzio...»

Ad esclusione della breve parentesi costituita dall’esperienza dell’A.C. IoloMaliseti nella prima metà degli anni ’90, fino agli anni 2000 l'A.C. Maliseti si dedica esclusivamente alla scuola calcio ed al settore giovanile (inizialmente con i Giovanissimi, poi anche con gli Allievi e la Juniores).
In questi anni, grazie alla passione dei propri dirigenti (tra i quali sono da ricordare Luciano Bettazzi, per tanti anni presidente, i già citati Balestri e Pierattini, Luciano Falconi e Giannerini), il Maliseti si afferma progressivamente a livello prima provinciale e poi regionale (con la conquista della categoria Giovanissimi Regionali). «Il primo campionato - ricorda Pierattini - lo vinse la squadra del '64-'65, vincemmo la finale contro la Zenith. Era un campionato Csi, inizialmente infatti la Figc a Prato non organizzava campionati giovanili. Il Maliseti aveva la doppia affiliazione, Figc e Csi...»

ImageTra gli allenatori simbolo di quegli anni, il primo nome è quello di Licurgo Ciolli, arrivato a Maliseti da Molin del Piano, che rappresentò la prima figura di responsabile tecnico in una società che come organizzazione conservava ancora una dimensione parrocchiale. Dietro i vecchi spogliatoi in lamiera, situati dalla parte opposta rispetto agli attuali spogliatoi che risalgono invece all'inizio degli anni '90, Ciolli fa realizzare il muro per allenarsi al tiro e le forche per il colpo di testa.

Negli anni ’80 a Maliseti muove i suoi primi passi Ighli Vannucchi, classe ‘77. La squadra di Ighli, allenata tra gli altri da Renzo Romoli, detto "Cioccolata", vince vari campionati e tornei a livello regionale, rimanendo imbattuta per 4 anni. A 14 anni Vannucchi passa al Margine Coperta, quindi dopo due stagioni si trasferisce alla Lucchese, dove all'età di 19 anni esordisce in serie B. E’ l’inizio di una importante carriera professionistica, che lo porterà a disputare 206 partite in serie A con le maglie di Salernitana, Venezia ed Empoli, realizzando 22 reti. Ighli conta anche 16 presenze in Nazionale Under 21, con 2 reti realizzate: nel suo palmares la vittoria del titolo europeo nel 2000 (allenatore Tardelli) e nello stesso anno la partecipazione alle Olimpiadi di Sidney.
In quegli anni il Maliseti adotta una maglia viola con risvolti rossi (la società è gemellata con la Fiorentina, tra i dirigenti che promuovono questa collaborazione c'è Mauro Meoni), poi negli anni ’90, quando la società diventa scuola calcio dell’A.C. Parma, una maglia bianca (o gialla) con risvolti gialloblu.

Nel 2001 assume la presidenza Gianni Luca Pacini. Nel 2004 entra a far parte della dirigenza anche Alessandro Nerini, con la carica di vicepresidente. Negli anni 2000 la società, insieme al Comune di Prato ed alla Circoscrizione Ovest, realizza importanti investimenti a livello infrastrutturale. In particolare, negli anni 2004 e 2005 sono allestiti i nuovi campi in erba sintetica: prima i campi da calcio a 5 ed a 7, l'area tecnica per l'allenamento dei portieri e per il calcio scuola, poi il campo "sussidiario" (che alla fine degli anni '90 era stato allestito in terra rossa) che diventa un campo di gioco regolamentare. Viene realizzata anche una piccola palestra. La società si struttura, creando un proprio ufficio stampa e dotandosi, una delle prime società del comprensorio, di un sito internet ufficiale. Nei primi anni 2000 l'A.C. Maliseti conquista il diritto a partecipare ai campionati regionali Giovanissimi (stagione 2001/'02 con la squadra del 1987) e Allievi (stagione 2004/05, con la squadra del 1988).

Il settore dilettanti dell'A.C. Maliseti nasce nell'estate 2001 dall’incontro con il Quinto Martini Maliseti. Il responsabile (poi direttore generale) del settore dilettanti è Simone Bardazzi, già responsabile tecnico del Quinto Martini.

La sezione calcio della Polisportiva Quinto Martini nasce nel 1988. La società prende parte con discreti successi ai campionati Uisp: il Quinto Martini vince (ai rigori) il campionato di Secondo Livello (Massimo Bonini, futuro presidente della Polisportiva, para il rigore decisivo) ed il campionato di Primo Livello (1994/95). Il Quinto Martini disputa poi quattro campionati di Eccellenza. Nel 1996/97 il Quinto Martini si classifica al primo posto nel campionato, ma poi perde ai rigori la finale play-off, disputata allo stadio comunale di Prato. Nella stagione 2000/01 il Quinto Martini Maliseti decide per l'affiliazione Figc. La società (il presidente è Massimo Arezzini, l'allenatore Paolo Querci) partecipa al campionato di Terza Categoria, disputando le partite interne sui campi di Maliseti, Montemurlo e Viaccia, e si classifica al 3° posto, perdendo nei play-off contro la Roberto Colzi.

Nella stagione 2001/02, il primo anno dopo l'accordo con il Quinto Martini, l'A.C. Maliseti vince il campionato di Terza Categoria e la Coppa Provinciale. L'allenatore della squadra è Fabio Bichi, tra i giocatori anche il futuro allenatore della Juniores Piero Carovani. Nella stagione 2002/03 il Maliseti si classifica al 3° posto nel campionato di Seconda Categoria.

ImageNel 2003/04 il Maliseti si classifica al 2° posto, vincendo la Coppa Toscana viene promosso in Prima Categoria. Nella doppia finale il Maliseti, guidato sempre da Fabio Bichi, supera la Campese (andata 1-1 all'Isola d'Elba, ritorno 2-1 per il Maliseti con reti di Napolitano e Viti nei tempi supplementari). In quella squadra, oltre al capitano Daniele Rossi (autore di un bellissimo e decisivo gol in semifinale contro la Terranuovese), si affaccia anche il giovane Alessio Marini, prodotto del vivaio, classe '86, che ne erediterà la fascia al primo campionato di Promozione, nel 2011. Tra i protagonisti ricordiamo anche De Caro, Menna, Imbriano.

La stagione 2004/05, segnata da alcuni problemi societari, si conclude con una rocambolesca retrocessione, dopo un bel girone di andata. Il Maliseti, allenatore Bichi (con una parentesi invernale di Giacomo Midili) si classifica al 12° posto con 35 punti, perdendo prima uno spareggio contro il Monsummano, e poi il play-out contro la Cutiglianese (sconfitta 2-1 all'andata, 0-0 al ritorno al "comunale", con Napolitano che al 90' sbaglia un calcio di rigore).

Nella stagione 2005/06 il Maliseti si riscatta vincendo sia il campionato di Seconda Categoria (allenatore Bichi) che il campionato Juniores Provinciale (allenatore Piero Carovani), conquistando così la categoria regionale.
Nelle stagioni 2006/07 e 2007/08, il Maliseti ottiene rispettivamente un 4° ed un 9° posto in Prima Categoria. Nell'estate 2008 Fabio Bichi lascia la panchina, al suo posto viene scelto Fabrizio Rossi.

Dopo un 4° ed un 6° posto nelle stagione 2008/09 e 2009/10, nel 2010/11 il Maliseti vince il campionato di Prima Categoria, dopo una splendida rimonta ai danni del San Miniato Basso. Gli amaranto di mister Rossi salgono in Promozione, il Maliseti è la seconda squadra del comune di Prato dopo l'A.C. Prato. Tra i protagonisti di quella vittoria, il portiere Taddei, il capitano Rossi (che a fine campionato lascia l'attività agonistica), i prodotti del vivaio Marini, Laveglia, Risaliti, Morganti e Giandonati, e ancora Guasti, Tosti, l'attaccante Marchiseppe. La formazione Juniores, allenata da Carlo Salvadori, raggiunge la finale di Coppa Regionale, perdendo allo stadio comunale di Pistoia contro il Lanciotto Campi. Nell'estate 2011 viene allargato il campo centrale (100 metri per 60).
Nei primi due campionati di Promozione, stagioni 2011/12 e 2012/13, il Maliseti (allenatore Fabrizio Rossi) ottiene due buoni piazzamenti (7° posto e 8° posto). Nel 2011/12 il Maliseti vince il campionato regionale Juniores (girone C), allenatore Carlo Salvadori. E' la stagione dei record, con ben 6 campionati vinti: oltre alla Juniores Regionale, vincono Allievi A provinciali (che riconquistano i regionali al primo tentativo, dopo la retrocessione non sul campo subita nella stagione 2011/12), Allievi B provinciali, Giovanissimi B provinciali, Esordienti A fair-play e Esordienti B sperimentale 7:7. Nel 2012/12 il Maliseti vince il campionato regionale Allievi (girone D), allenatore Simone Cavalieri, accedendo al girone regionale d'élite.

Nell'estate 2013 dalla fusione con la Feeling Tobbianese, nasce il Maliseti Tobbianese A.S.D.


ImageLa nascita della Tobbianese, come indicato dai gagliardetti della società presenti negli uffici della società, risale al 1949. Nel dopoguerra la squadra gioca nel vecchio campo sportivo di Tobbiana, che scompare alla fine degli anni ’70 lasciando il posto a case e stanzoni.
«Tobbiana aveva un bel campo di calcio, bene raro allora per la frazione - ricorda Piero Lenzi, ex-calciatore e poi allenatore del Prato, 66 presenze in serie A con Fiorentina, Pisa e Foggia - forse per questo Tobbiana è stata una fucina di giocatori, ricordiamo anche Italo Rizza, Umberto e Silvio Fantozzi, Tatti, Mazzoni, Franchi, Bellini...»

Negli anni ’80 l’A.S. Tobbianese vince il campionato di Terza Categoria (l'allenatore è l'ex-calciatore dell'A.C. Prato Riccardo Lenzi) e poi di Seconda Categoria (in panchina c'è Giovanni Breschi). In quegli anni la società non ha un proprio terreno di gioco, ma disputa le partite casalinghe sul campo di Tavola.

Nell’estate 1996 parte dei soci della Tobbianese (reduce dalla retrocessione in Seconda Categoria) si uniscono con l’AC IoloMaliseti (Prima Categoria) nasce così il Prato Ovest, il presidente è Roberto Bigagli. La squadra disputa le partite interne sul campo di Iolo: nella stagione 1997-’98, dopo il secondo posto nella stagione precedente, il Prato Ovest vince sia il campionato di Prima Categoria che la Coppa Toscana di categoria. Il Prato Ovest sale così in Promozione, categoria nella quale resterà fino alla stagione 2001/02.
L’esperienza del Prato Ovest si concluderà nel 2005 dopo le retrocessioni in Prima Categoria e poi in Seconda Categoria. La società ripartirà quindi come Iolo S. Andrea.

Intanto nel 1998 a Tobbiana si inaugura il campo sportivo di via Traversa Vicinale, realizzato su un terreno della Curia Diocesana grazie all’impegno delle Parrocchie di Tobbiana e del Soccorso. L'impianto viene dato in gestione alla Tobbianese (che non scompare dopo la nascita del Prato Ovest ma riparte in Seconda Categoria) ed all’Ambrosiana (fino ai primi anni 2000 ci sarà una società denominata Ambrosiana-Tobbianese, nel 2005 l'Ambrosiana, altra storica società pratese, confluirà poi nella Zenith Superga). Il campo sportivo viene intitolato a Monsignor Danilo Aiazzi, storico parroco del Soccorso e promotore della Fondazione Pro Verbo.
Nel 1999 la Tobbianese vince il campionato di Seconda Categoria. L’allenatore è Alberto Magazzini.
Negli anni 2000 la Tobbianese, che intanto dalla stagione 2002/03 ha assunto la denominazione di A.S. Feeling Calcio Tobbianese mantenendo gli storici colori gialloblù, milita quasi sempre in Prima Categoria (nel 2005 retrocede in Seconda Categoria, ma l'anno successivo torna in Prima Categoria in quanto semifinalista di Coppa Toscana). La società del presidente Mauro Tofani ottiene il miglior risultato nella stagione 2011/12, allenatore l'ex-Maliseti Fabio Bichi: 3° posto e semifinale di Coppa Toscana.

ImageImpressa nella memoria di tutti gli sportivi gialloblù è l’impresa realizzata nella stagione 2003/04 dalla formazione Juniores allenata da Umberto Fantozzi. La Tobbianese vince infatti il campionato provinciale con 86 punti su 90 a disposizione, concludendo imbattuta. Quell’anno sono 118 le reti realizzate (il bomber è Banci). Nella foto il quadro che ricorda quella splendida vittoria.

Al termine della stagione 2012/13 la Feeling Tobbianese, sconfitta nei play-out dal Vinci (pareggiando 2-2 in casa dopo aver perso 1-0 la gara di andata), retrocede in Seconda Categoria. A giugno 2013 dalla fusione con l’A.C. Maliseti nasce il Maliseti Tobbianese A.S.D..

print

Next match  Next match
Campionato Promozione Toscana, 14ª giornata:
Maliseti Tobbianese - Candeglia Porta al Borgo
Domenica 17 dicembre, ore 17:00


Multimedia  Multimedia

Partners  Partners

Login  Login

:


Non sei ancora registrato?
Registrati ora!

Utenti  Utenti
Persone on-line:
admins 0 amministratori
users 0 utenti
guests 1 ospiti

Meta  Meta
» Mailbox amarantogialloblu
» Comunicati Ufficiali C.R.T.
» Designazioni Arbitri
» Area Riservata L.N.D.

Supporters  Supporters

Sondaggio  Sondaggio
Nessun sondaggio attivo in questo momento:
vecchi sondaggi

Cerca  Cerca